Cetona

Da Sabrina Fattorini
Cetona

Cetona, si trova nel sud della provincia di Siena, ai piedi del Monte omonimo. Un cittadina che per il suo patrimonio storico, la bellezza del suo territorio e l’accoglienza turistica di qualità, si è meritata la bandiera arancione del Touring Club ed è anche stata inserita nell’elenco dei Borghi più belli d’Italia.

Storia

Il territorio è abitato già in epoca etrusca e romana, ma il Castello di Cetona, viene menzionato per la prima vola nel XIII secolo come feudo del conte Ildebrandino, sotto la giurisdizione di Orvieto. Proprio al comune di Orvieto, viene venduto intorno al 1260 dagli eredi del conte.

Ma verso la metà del Trecento, Orvieto perde il potere sui castelli del territorio e ne approfitta così lo Stato Pontificio, accaparrandosi Cetona. Nel 1418, il Castello fu conquistato da Braccio da Montone e venduto alla Repubblica di Siena che ne rafforzò le fortificazioni nel 1458. Cetona resta senese fino alla conquista medicea del 1556. Dal 1558 al 1596 fu concessa da Cosimo I alla famiglia Vitelli come marchesato e successivamente reintegrata nel Granducato.

Cetona

Piazza Garibaldi

La piazza principale della cittadina è veramente molto grande per un centro così piccolo. Realizzata nel XVI secolo da Gian Luigi Vitelli, è in contrasto con il centro storico soprastante fatto di vicoli e stradine anguste. Questo insieme rende unica Cetona. La piazza principale, un tempo piazza Vitelli è oggi Piazza Garibaldi, forse perché qui, c’è il palazzo che ospitò il condottiero, durante una visita alla cittadina.

La piazza ospita due chiese importanti: l’ex chiesa della Santissima Annunziata, purtroppo incorporata nelle case limitrofe, ma che vanta ancora oggi opere d’arte del XII secolo. Di fronte, la Chiesa di San Michele Arcangelo, fondata nel 1155.

In cima alla piazza si trova la grande torre rotonda del 1678, detta Torre di Rivellino, ultima traccia rimasta della terza cinta muraria di Cetona.

Cetona

Il Centro Storico

Costeggiando la torre si arriva nel vero e proprio centro storico. Qui si trova la Chiesa Collegiale della Santissima Trinità costruita in stile romanico tra il XII e il XIII secolo, originariamente in una sola navata. Nel 1571, poi, fu aggiunta un’altra navata per ingrandire la chiesa. Vi sono ancora conservati diversi affreschi del tardo XV secolo, tra i quali una Madonna della scuola del Pinturicchio.

Il centro storico ospita anche Palazzo Minutelli (XVI secolo) dove si trovano gli uffici comunali dal 1876.

Il Museo Civico

Il Museo Civico, completamente rinnovato nel 2014, racconta la storia del Monte Cetona e dei suoi abitanti a partire dall’Era Paleolitica (circa 50.000 anni fa) fino all’Età del Bronzo (circa 4.000 anni fa).

L’archeodromo

Non molto distante dalla città si trova l’Archeodromo Belvedere, un parco all’aperto, dove è stata realizzata una ricostruzione della vita quotidiana ai tempi dell’età del Bronzo. Questa ricostruzione tende a far “visualizzare” la storia antica con una esperienza immersiva, molto utile soprattutto per i bambini.

NOTA DELLA REDAZIONE: anche a Poggibonsi (Si) potrete trovare un Archeodromo con la ricostruzione del villaggio dell’età del bronzo.

Cetona

Lascia un commento

Potrebbe piacerti anche

Questo sito web utilizza i coockie per fornire all'utente una maggiore facilità di navigazione. Speriamo che questo possa darti la migliore esperienza possiile. Se vuoi puoi disattivare i cookie o leggere in maniera approfondita come trattiamo i tuoi dati. Clicca "accetto" per procedere o "leggi di più" per leggere la nostra normativa sulla privacy Accetto Leggi di più