Home PRODOTTI TIPICIProdotti Tipici L’aglione della Val di Chiana

L’aglione della Val di Chiana

Da La Redazione
L’aglione della Val Di Chiana

L’aglione della Val di Chiana è un prodotto tipico della zona, molto particolare, è un aglio di grandi dimensioni con una totale assenza di allina. Questo lo rende straordinario per il consumo, anche a crudo, perchè mantiene tutte le caratteristiche organolettice e di sapore, senza però il suo odore pungente. Tanto da essere definito “l’aglio del bacio”.

Le origini

Dell’aglione si hanno le prime notizie in Val di Chiana da parte delle Etruschi e ne troviamo tracce nel XVI secolo sull’Isola del Giglio. Il suo nome sembra derivare dal greco “aglis” cioè “spicchio”. Il suo nome scientifico Allium ampeloprasum, invece significa “porro di vigna”, ed è questo il suo habitat naturale.

Coltivazione dell’aglione

L’aglione viene seminato tra la seconda metà di ottobre e la prima metà di novembre, in terreni ben drenati. La semina avviene con la messa adimora di singoli spicchi con il capo rivolto verso l’alto. La distanza tra i bulbilli deve essere di 40 cm. Quando la pianta inizia a germogliare, nel mese di maggio devono essere recisi gli scapi floreali, bocci che hanno un fiore sterile. Vengono recisi per far prendere forza al bulbo che crescerà più grande. Dell’aglione però non si butta niente e gli scapi vengono utilizzati per fare frittate o per fare il famoso sugo all’aglione.

La dimensione dell’aglione dipende anche dalla misura dello spicchio usat per la semina, ma questo grosso aglio arriva almeno a 500 g, talvolta anche a 6-700 g.

Aglione della Val di Chiana
Scapi floreali dell’aglione

Il sugo per i pici

L’aglione fuori dalla toscana è conosciuto solo per i pici all’aglione, una ricetta della tradizione che in realtà anche qui in pochi sanno esattamente fare.

I pici all’aglione non sono fatti con tanto aglio, ma con l’aglione che è appunto una varietà di aglio che si coltiva in Valdichiana e che è molto particolare. Sicuramente per le sue grandi dimensioni, ma la caratteristica che rende speciale l’aglione è un gusto più “raffinato” ed una grande digeribilità. 

Proteggersi dalle truffe

Purtroppo spesso, l’aglio comune viene spacciato per aglione (Allium ampeloprasum varietà Holmense). La differenza sostanziale sta nella digeribilità: ma l’aglio non è molto digeribile al contrario dell’aglione. Così sarà il vostro stomaco a dire se è quello vero che si produce in Val di Chiana e Val D’Orcia ed è quasi in via d’estinzione.

L’aglione della Val Di Chiana

Un gruppo di “eroici”agricoltori”, sta cercando di riportarlo in auge, ma attenzione alle truffe: 1) l’aglione costa circa 4 volte il costo dell’aglio normale 2) il vero aglione è confezionato con il logo riportato qui sotto.

Tutte le informazioni, gli indirizzi dei produttori, dove acquistare il vero aglione e tutte le curiosità sul sito www.aglione.it

L’aglione della Val Di Chiana

Foto di Sabrina Fattorini

Lascia un commento

Potrebbe piacerti anche

Questo sito web utilizza i coockie per fornire all'utente una maggiore facilità di navigazione. Speriamo che questo possa darti la migliore esperienza possiile. Se vuoi puoi disattivare i cookie o leggere in maniera approfondita come trattiamo i tuoi dati. Clicca "accetto" per procedere o "leggi di più" per leggere la nostra normativa sulla privacy Accetto Leggi di più