Home TERRITORIOI BORGHI Radda in Chianti

Radda in Chianti

Da Sabrina Fattorini
Radda in Chianti

Radda in Chianti, è una cittadina immersa tra le vigne del Chianti e racchiusa in una cinta muraria in parte visibile ancora oggi. Il centro storico si snoda sull’asse viario principale, sul quale si apre una piccola piazza sulla quale si affacciano il Palazzo del Podestà e la chiesa parrocchiale. Dall’asse principale, si snodano strade e vicoli che vanno a comporre un anello. Case e palazzi all’interno del centro storico, sono di struttura medievale e non hanno subito grandi modifiche. Inoltre, negli ultimi anni, durante i restauri, si è cercato di riportare alla luce quanti più particolari possibili delle architetture medievali. Interessanti anche alcuni palazzi del Seicento e del Settecento come Palazzo Minucci.

La cinta muraria

Radda nel XV secolo aveva una grande importanza strategica, così, la Repubblica di Firenze la fece dotare di una cinta muraria di rilievo. Una prima fortificazione era stata costruita nel XIV secolo, ma nel 1478 la città fu conquistata e saccheggiata dalle truppe aragonesi, così si pensò al potenziamento delle mura. Oggi ne restano brevi tratti e alcune torri. Delle torri, quella meglio conservata è quella che si affaccia sui giardini pubblici, mentre le porte d’accesso non sono più visibili.

Radda in Chianti

Il Palazzo del Podestà

Fu costruito nel Quattrocento e quasi completamente distrutto durante la conquista aragonese. Il porticato è parte dell’edificio originario, mentre le finestre del primo piano fanno parte della successiva ricostruzione. Nel XVIII secolo, il palazzo fu ampliato aggiungendo il secondo piano e le carceri. Sulla facciata del palazzo sono ancora visibili i 51 stemmi dei vari podestà che si sono avvicendati alla guida della città, dal XV al XVIII secolo.

La ghiacciaia granducale

Una particolarità di Radda in Chianti è la presenza di una ghiacciaia costruita durante il Granducato. Nelle ghiacciaie durante l’inverno veniva accumulata la neve pressata in blocchi che si trasformava in ghiaccio e grazie alla bassa temperatura si conservava. Di solito venivano costruite a forma di piramide come quella del Parco delle Cascine di Firenze. Quella di Radda invece è seminterrata e a forma di tronco di cono. La ghiacciaia di Radda si trova nei giardini comunali.

Radda in Chianti

Lascia un commento

Potrebbe piacerti anche

Questo sito web utilizza i coockie per fornire all'utente una maggiore facilità di navigazione. Speriamo che questo possa darti la migliore esperienza possiile. Se vuoi puoi disattivare i cookie o leggere in maniera approfondita come trattiamo i tuoi dati. Clicca "accetto" per procedere o "leggi di più" per leggere la nostra normativa sulla privacy Accetto Leggi di più